Alla Supercar Night Parade del Salone dell’Auto di Torino, davanti al corteo che lo scorso 19 giugno ha visto sfilare 200 bolidi – special edition e pezzi unici di Porsche, Ferrari, Lamborghini, McLaren, Maserati, Pagani, Bugatti, Aston Martin, Bentley, Rolls Royce, Jaguar, Lotus e altri ancora – hanno partecipato non solo gli appassionati di motori, ma anche numerosi investitori. Attirati dai modelli che hanno fatto la storia delle quattro ruote, ma anche da prototipi e nuovi modelli esclusivi, confezionati con approccio sartoriale dalle case più blasonate di tutto il mondo. D’altra parte, alla manifestazione di Torino era ben rappresentato il futuro dell’automotive, tra auto elettriche e sistemi a guida autonoma cui la manifestazione ha riservato ampie aree espositive.

Cordusio è sempre attenta ad intercettare nuove tendenze di mercato così da supportare i propri Clienti anche nell’acquisto di una supercar. Le automobili, infatti, almeno quelle d’epoca, rappresentano una delle migliori forme di investimento alternative per la nostra clientela. Beni da collezionare e da vivere, che, non a caso, sono anche definiti pleasure asset, per la capacità di soddisfare al tempo stesso il desiderio di ottenere un ritorno economico e il piacere, talvolta inconfessato, di possederli.

Basti pensare alla Granturismo dei record, la Ferrari 250 GTO numero 3413, battuta all’asta lo scorso agosto da RM Sotheby’s al prezzo di 48,4 milioni di dollari: un primato che l’ha incoronata, dopo una straordinaria carriera in pista e diversi passaggi di mano – l’hanno posseduta, tra gli altri, Gianni Bulgari, erede del fondatore della famosa Maison di gioielleria, il miliardario Anthony Bamford e l’ex capo degli sviluppi software di Microsoft, Greg Whitten – auto più preziosa mai venduta all’incanto.

Per investire in automobili non occorre però necessariamente acquistare uno dei 36 esemplari della 250 GTO prodotti tra il 1962 e il 1964 dal Cavallino rampante. I nostri esperti  evidenziano che il mercato offre opportunità a partire da qualche decina a diverse centinaia di migliaia di euro a pezzo, per poi salire a quotazioni superiori a qualche milione di euro per gli esemplari più rari. I professionisti di Cordusio sono sempre attenti nel valutare le variabili che possono incidere sul valore di un’automobile da collezione. Lo stato di conservazione e la qualità del modello sono fondamentali perché l’auto non deve appagare solo il gusto estetico dell’acquirente, ma anche essere curata in ogni dettaglio. Il passo successivo consiste nel valutare l’originalità dei pezzi, la rarità, il periodo di produzione. Anche la storia del singolo esemplare può influenzarne il prezzo in modo determinante: ha sicuramente più valore un’auto che proviene da una rinomata collezione privata oppure da qualche museo, piuttosto che una senza retaggio o priva di una storia da raccontare. Per completare il processo di due diligence e quindi potersi esprimere in merito, i nostri esperti non mancano di verificare la presenza e l’autenticità dei certificati.

Anche tra i modelli recenti di supercar possono nascondersi delle opportunità d’investimento interessanti. Si tratta tipicamente di modelli prodotti in tiratura limitata, con dettagli o caratteristiche costruttive uniche: vanno sold out in pochi giorni o settimane dal lancio. E una volta esauriti gli ordini alla casa produttrice, c’è chi è disposto a versare somme molto più alte del prezzo di vendita per aggiudicarsi un esemplare.

Anche in questo caso, si tratta di mercati con caratteristiche peculiari, che richiedono competenze specifiche. Ecco perché, prima di effettuare un investimento di questo tipo, è consigliabile avvalersi del supporto di un consulente specializzato. Fiere ed eventi di settore possono rappresentare un’occasione ideale di confronto e approfondimento, per valutare un eventuale acquisto. Come Cordusio consigliamo sempre a chi muove i primi passi nel mondo del collezionismo di non derogare mai sulla qualità dell’oggetto, seguendo certamente le  proprie passioni, ma anche affidandosi a professionisti competenti.

La nostra consulenza indipendente permette dunque di valutare preventivamente tutti quei fattori che, se ben  analizzati e ponderati, portano a un acquisto corretto e sicuro senza che nulla venga lasciato al caso. Crediamo che il Cliente debba essere messo nella condizione di effettuare una scelta consapevole e che soprattutto non parta unicamente da variabili emotive. L’istinto e la competizione non sono, infatti, gli alleati ideali in caso di acquisto nel mercato automotive.

TAGS:

investimenti, patrimonio