L’eccellenza dell’investimento responsabile firmato Cordusio

 

Cordusio ha sviluppato internamente un metodo di selezione per i Fondi con le strategie Sri (Sustainable and responsible investments), ovvero negli investimenti sostenibili e responsabili: della propria selezione e soluzioni per un rendimento sostenibile ha parlato Roberta Rudelli, Responsabile Fund Selection della SIM del Gruppo UniCredit, in occasione della prima edizione italiana dell’evento Robeco SI Explore.

Il convegno si è focalizzato sul fatto che è ormai evidente come l’investimento sostenibile sia diventato un approccio diffuso a livello internazionale ed un trend irreversibile che non potrà che rafforzarsi nel tempo. Partendo dai millennials per arrivare agli investitori istituzionali, sono sempre di più gli operatori che chiedono soluzioni finanziarie con un impatto positivo sulla società e sull’ambiente e nel rispetto delle variabili non finanziarie di tipo Esg (enviromental, social, governance, ovvero relative ad ambiente, contesto sociale e buon governo di un’azienda).

Nel suo intervento Roberta Rudelli ha spiegato perché e come gli specialisti di Cordusio sono in grado di rispondere alle esigenze del Cliente con diverse soluzioni che coprono tutti gli approcci Sri. “Il nostro processo di selezione dei fondi è rigoroso” ha affermato, entrando nel dettaglio di tutti i passaggi. “Il processo parte infatti dalla view di mercato e dalle scelte di asset allocation della Direzione Investimenti per poi svilupparsi con un metodo di selezione chiaro e certificato.”

Un passaggio fondamentale è l'”Analisi quantitativa“. Si basa su un esame delle performance attraverso un algoritmo studiato da Cordusio che classifica 12.000 fondi nelle 222 categorie Morningstar, società di rating di fondi internazionale, considerando soprattutto criteri di rischio-rendimento nel medio-lungo termine. A questo punto vengono coinvolte nel processo di selezioni dei fondi le “valutazioni indipendenti” esterne. In sostanza viene implementato un approfondimento e un confronto con valutazioni indipendenti esterne con l’obiettivo di confrontarsi con altri professionisti dei mercati.

A questo punto arriva il momento di una valutazione diretta, definita “Diretta qualitativa”. In sostanza si fa conoscenza del gestore del fondo, del suo approccio alla gestione del rischio e delle performance. Ma non finisce qua. Nel processo arriva il momento della “doppia approvazione”. “I fondi per essere messi a disposizione dei Clienti devono essere scelti all’unanimità dal Team di Fund Selection e validati anche dal Comitato Prodotti di Cordusio”.

L’ultimo passaggio è quello del “monitoraggio“. Si tratta di una costante verifica in termini di profilo di rischio e di performance. E solo coloro che superano periodicamente questa fase vengono considerati un investimento responsabile e sostenibile e di conseguenza rimangono a disposizione del Cliente.


Now.New.Next segui Cordusio sul canale       .

TAGS:

eventi, mercati, scenari